Aerosol portatile: guida all’acquisto

aerosol portatileLe infiammazioni alle vie respiratorie possono colpirci anche quando meno ce lo aspettiamo. Quando si è a casa è piuttosto semplice e scontato utilizzare il classico macchinario per aerosol.
Ma se dovesse capitare in viaggio?
E se non avessi il tempo di fare l’aerosol a casa?
In questi casi c’è il rischio di non poter intervenire sull’infiammazione, anche perché portarsi dietro il classico apparecchio meccanico a pistone non è di certo comodo. Ecco perché sopraggiunge la necessità di disporre di un aerosol portatile.

Il vantaggio di un aerosol portatile è piuttosto scontato, vanta delle dimensioni mini e un peso non eccessivo che consente a chiunque di metterlo magari in borsa o nella propria valigetta. Così, magari in un attimo di privacy, potresti curare le tue vie respiratorie anche mentre sei a lavoro. Per non parlare della comodissima utilità di portarlo con sé anche durante un viaggio, in modo che l’infiammazione non possa coglierti impreparato.
Precisato ciò, nel proseguo dell’articolo ti consiglieremo i modelli portatili migliori e ti daremo altre importanti informazioni. 

Prima di proseguire oltre, se interessato, ti invitiamo a scoprire con un click se le offerte visibili in basso sono ancora attive.

 
Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2019 16:23

Miglior aerosol portatile a pistone: Beurer IH 60

Non vuoi rinunciare ad un apparecchio portatile per aerosolterapia che sia a pistone?
Allora tra i modelli più mini consigliamo l’acquisto dell’aerosol Beurer IH 60 Sorprendente per quanto i progressi della tecnologia abbiano portato alla realizzazione di un dispositivo così piccolo nonostante sia a pistone, ma così efficace. Talmente è mini che puoi metterlo in borsa, tanto non è nemmeno pesante.
Beurer IH 60 non sorprende tutti solo per le dimensioni, ma anche perché non serve il collegamento del cavo, l’alimentazione è a batteria che ha una durata estesa. Poi, una volta scarica, basta ricaricare con il cavetto usb.
Aerosol davvero fantastico venduto ad un prezzo molto invitante [scoprilo qui].

Miglior aerosol portatile mesh: Hylogy

Tra i modelli mesh segnaliamo l’aerosol della Hylogy. Anche in questo caso ci sorprende in positivo la dimensione del prodotto e il design curvo che ne esalta l’ergonomicità. Nessuna alimentazione elettrica per utilizzarlo, vi è la batteria al litio che assicura più cicli di utilizzo e che poi devi solo ricaricare tramite il cavetto usb.
Il nebulizzatore mesh Hylogy è convincente anche dal punto di vista economico [scopri qui il prezzo].

Miglior aerosol portatile a ultrasuoni: Laica MD6026

Il Laica MD6026 è un po’ più grande rispetto ai due modelli finora citati e nebulizza il farmaco attraverso gli ultrasuoni. Di conseguenza è un aerosol silenzioso e veloce, ma che non può essere utilizzato con i cortisoni (questo è bene ricordarlo).
Prodotto differente rispetto agli altri due citati sopra non solo per il design, ma anche perché l’alimentazione è solo elettrica (niente batteria). Tra i modelli ad ultrasuoni rappresenta comunque una delle migliori scelte per via dell’eccellerne rapporto qualità prezzo.

Aerosol da viaggio: a pistone, a ultrasuoni o mesh?

Un aerosol portatile deve avere, come detto in precedenza, delle dimensioni mini e un peso non eccessivo. Ecco perché si possono già scartare i classici modelli a pistone. E sottolineiamo “classici” perché, se hai letto sopra, ad oggi certi apparecchi a pistone per l’aerosolterapia sono davvero mini. Mentre gli aerosol a ultrasuoni e gli aerosol Mesh sono da sempre portatili.
Qual è la differenza tra le tre tipologie?
Per una dettagliata spiegazione ti riportiamo a visitare le rispettive pagine (basta cliccare sui link precedenti), per una spiegazione più succinta leggi l’elenco in basso.

  • Gli aerosol portatili Mesh favoriscono una nebulizzazione migliore (grazie alla membrana microforata), possono essere utilizzati con ogni tipo di farmaco e sono anche più veloci e silenziosi.
  • Gli aerosol portatili a ultrasuoni sono anch’essi veloci e silenziosi, ma non si usano con ogni farmaco (no quelli oleosi ad esempio).
  • Gli aerosol portatili a pistone si usano con ogni farmaco e sono i più lenti e rumorosi. Tuttavia, vi sono nuovi modelli in commercio che stanno associando tale funzionamento alla tecnologia mesh con risultati ottimi. Ne è una dimostrazione il Pipishell [scoprilo qui].

Aerosol portatili da viaggio: a batteria o elettrici? Meglio entrambi!

Grazie alla batteria al litio o alle classiche pile alcaline si potrà utilizzare l’aerosol ovunque. Quindi, non saresti più costretto ad avere accanto una presa elettrica, insomma ad essere tra quattro mura. Ciò è un vantaggio prezioso per un aerosol portatile, ma c’è chi offre di più. Come ad esempio il Beurer IH60 che puoi utilizzare sia con la batteria sia con il cavo.

Aerosol portatili: prezzi contenuti!

Arriviamo adesso alla parte che, solitamente, fa piangere i nostri risparmi, quella economica. Anche se in tal caso non c’è da preoccuparsi. Infatti, gli aerosol portatili vantano generalmente dei prezzi abbastanza contenuti [come puoi visionare qui], di conseguenza non solo sono degli acquisti utili, ma pure alla portata.